Venerdì 17 maggio h 12 all’Acquario Romano conferenza stampa di presentazione di Ortolino.

Venerdì 17 maggio h 12 all’Acquario Romano conferenza stampa di presentazione di Ortolino. Segue aperitivo. Siete invitati tutti. Vi aspettiamo!

ORTOLINO – Comunicato Stampa

L’orto urbano didattico della scuola Di Donato alla Casa dell’Architettura.

Il bisogno di mettere le mani nella terra , di avere un contatto diretto con luoghi e persone, di riappropriarsi dello sazio pubblico ha portato negli ultimi anni al proliferare degli orti urbani anche nella città di Roma. Le esperienze di orticoltura urbana collettiva e plurale, seminando fiori e ortaggi nelle “crepe” cittadine, tracciano segni visibili nel paesaggio urbano, addolcendone i contorni e animando gli spazi residuali, restituendoli alle comunità locali e determinando un nuovo profili del paesaggio metropolitano. L’obiettivo generale è quello di far crescere un modello rurale-urbano innovativo creando sinergie tra mondo educativo, comunità locali, associazioni di cittadini e istituzioni, al fine di creare una rete indispensabile a formare una cultura dell’ambiente. Nello specifico, l’idea di Ortolino nasce sulla scia dell’esperienza fatta alla scuola Di Donato durante lo scorso anno scolastico nell’ambito del progetto “Dalla terra alla pancia. L’orto come laboratorio di sostenibilità” proposto alla scuola dal Gasquilino (GAS) nato dall’iniziativa di alcuni genitori. In questa occasione era stato realizzato un piccolo orto scolastico utilizzando le cassette della frutta. Si è pensato allora di rilanciare l’iniziativa e creare un orto condiviso didattico nel cuore del quartiere che desse occasione, oltre che di continuare ad approfondire le tematiche connesse al ciclo biologico degli ortaggi attraverso un approccio didattico esperienziale, di dare vita ad un laboratorio permanente di “coltivazione” di relazioni umane improntate all’integrazione solidale delle molteplici identità culturali che caratterizzano il quartiere Esquilino. La popolazione della scuola Di Donato è costituita infatti per il 65% di bambini con cittadinanza non italiana le cui famiglie provengono da 29 diversi paesi del mondo. Ortolino si pone certamente come strumento di apprendimento multidisciplinare, di conoscenza della natura attraverso esperienze sensoriali, emotive, occasione per ragionare in modo critico sull’ambiente, sulle abitudini alimentari e sulla sostenibilità ambientale ed economica della nostra catena alimentare ma persegue con passione soprattutto lo scopo di costituire un centro di integrazione, di collaborazione, e condivisione di un obiettivo comune e concreto, un luogo di dialogo e scambio interculturale favorito anche concretamente dalla scelta di coltivare varietà orticole appartenenti alla tradizione agricola di altri paesi del mondo. L’Acquario Romano, accogliendo la richiesta della scuola, ha messo a disposizione parte del proprio giardino per la realizzazione del progetto. La provincia di Roma ha concesso un finanziamento che ha consentito la concretizzazione delle idee. La Codiretti e la fondazione Campagnamica hanno fornito la consulenza e l’assistenza agrotecnica necessarie. Grazie alla collaborazione di un’equipe di architetti e progettisti gli alunni della scuola e gli abitanti del quartiere hanno partecipato attivamente anche alla fase di progettazione dello spazio da adibire ad orto. Ogni decisione è stata proposta, discussa e condivisa comunemente in un clima di crescente entusiasmo. L’idea progettuale alla base del disegno dell’Ortolino è la rilettura del tracciato dell’antico ingresso all’Acquario Romano che conduce appunto dalla struttura al cancello ormai in disuso. Per sviluppare questa idea si è pensato ad una successione di vasche destinate alla coltivazione disposte in sequenza tale da dare profondità e indirizzare lo sguardo verso un punto focale definito: l’antico ingresso. Tali vasche sono state realizzate per lo più con con dei bancali da trasporto riciclati per garantire da una parte la sostenibilità ecologica ed economica del progetto, e dall’altra per conferire alla disposizione un carattere di mobilità. Ortolino è stato pensato infatti come una struttura mobile capace di adattarsi a varie esigenze e funzionalità relative alle varie occasioni di fruizione del giardino e alla variabilità delle condizioni di luce legata alla ciclicità delle stagioni.

Presentazione Power Point

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...